Deo grazias, il network Bitcoin è congestionato.

Il network di Bitcoin è attualmente congestionato. Più di 60 mila transazioni in coda, una media di 60 MB per mempool, fee medie sopra i 177 sat/vbyte. https://mempool.space/

Non è decisamente il momento di aprire nuovi canali su Lightning ma questa notizia ha dei risvolti MOLTO positivi:

  1. Si sta delineando un principio di Fee Market, o meglio Blockspace Maket, assolutamente necessario se pensiamo che, per via degli halving, il reward dei miner vedrà un subsidy sempre più tendente a zero.
    Quindi, dato che reward (R) = subsidy (S) + mining fees (MF) e S ->0, allora in futuro R dovrà essere uguale a MF.
    La prova di questo Blockspace Market nascente è data dalla quantità di fee che i miner si stanno ciucciando, che sta andando da 1 a 1.9 bitcoin per blocco.
    Qui potete verificare https://blockchair.com/bitcoin/blocks
  2. Il numero di transazioni SegWit sta lentamente ma costantemente aumentando.
    Cercate di usarle per aprire dei canali Lightning quando il network non è congestionato, ma usatele un po’ di meno quando non sono necessarie, altrimenti la dimensione della catena di blocchi crescerà troppo rapidamente. https://transactionfee.info/charts/payments-spending-segwit/
  3. Chi ha aperto dei canali Lightning in precedenza può ora transare senza problemi di congestione, chi non l’ha fatto può per il momento usare servizi semi-custodial (Blue Wallet) o che aprono canali per voi e ha oggi a disposizione wallet come Breez che permettono di avere fino a 5 milioni di satoshi su Lightning Network, senza lo stress di comprendere come funziona l’apertura dei canali, la chiusura, il routing, ecc.
    Insomma, è tempo di sperimentare!
  4. La congestione onchain di Bitcoin, per la prima volta nella storia, non spinge verso le shitcoin (Ethereum è messo peggio e sta cadendo a pezzi) ma verso due estremi: Lightning Network da una parte, e quindi una soluzione realmente P2P, totalmente decentralizzata, fake-Bitcoin dall’altra, e quindi soluzioni centralizzate alla Revolut o alla PayPal (nel prossimo futuro).
    Nel momento in cui queste soluzioni centralizzate inizieranno a sequestrare bitcoin (e lo faranno), l’utente medio “get rich soon” o abbandonerà definitivamente Bitcoin (Deo gratias, più bitcoin per noi) o comprenderà e passerà a Lightning (Deo gratias, più routing per noi).

Il bicchiere è mezzo pieno.

Share this post

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *