Come vendere Stellar per Euro o Bitcoin

Ho ricevuto in questi giorni molte richieste di aiuto da parte di neofiti che hanno in qualche modo ricevuto degli Stellar (ad esempio con questo airdrop di Blockchain.com o con questo di Coinbase) e vorrebbero ora venderli per ottenere euro o bitcoin.

Inizio con il dare un consiglio non richiesto, anzi due.

Come già scritto su Facebook, con le cripto in generale e con Stellar in particolare non diventerete ricchi, quindi state alla larga da chi vi spinge a “investirli” perché avrete un “rendimento sicuro”. In generale state alla larga dalle truffe e da tutto ciò che vi sembra sospetto.
Volete fare qualcosa di veramente buono per voi con le cripto ricevute gratuitamente?
Vendetele e fatevi una cena in buona compagnia oppure andate a bere qualcosa fuori!
Ragionate in prospettiva? Vendeteli per Bitcoin e conservate i satoshi. Tra non molto vi serviranno.

Vediamo dunque come vendere Stellar (XML) per ottenere degli euro. Vedremo poi sotto come venderli per ottenere invece satoshi, ossia l’unità di base di Bitcoin.

Vendere stellar e comprare euro

Per vendere direttamente gli XML ottenuti in modo semplice, senza molti passaggi, non abbiamo molte alternative se siamo degli utenti base.

L’unico sistema che mi risulta attivo nel cambio XML/EUR è Coinbase. Se ne conoscete altri per favore scriveteli nei commenti sotto l’articolo.

Personalmente ho smesso di utilizzare Coinbase già da qualche tempo, perché ritengo che il loro modello di business non sia compatibile con la mission di Bitcoin, ma suppongo che a voi per il momento interessi solo cambiare questa cripto con gli euro, quindi non mi dilungherò.

Andiamo a installare l’app dal Play Store o dall’App Store.

Una volta installata dovremmo inscriverci al servizio ed eseguire la procedura di KYC, ossia la verifica dei nostri documenti e della nostra reale residenza. Questa procedura è presente ovunque ci sia uno scambio di valute fiat (Euro, Dollaro, ecc.) quindi non vi stupite se anche Coinbase vi chiede tutti questi dati.

Il servizio è totalmente gratuito.

Quando avrete completato l’iscrizione vi ritroverete in una schermata simile a questa:

Coinbase non avrà mai più di un euro da me!

Se clicchiamo su Conti vedremo una serie di portafogli cripto. Cerchiamo XML Wallet, clicchiamo su di esso e vedremo una schermata simile a questa:

In alto a destra abbiamo due icone: una ha l’aspetto di un QR Code, l’altra di un aeroplanino (o freccia). Se clicchiamo sull’icona del QR Code otteniamo questa schermata:

Ovviamente se invieremo in questo portafoglio altre cripto che non siano stellar, perderemo i nostri fondi (ammesso che la transazione venga accettata). Cliccando su Ho capito vedremo finalmente il nostro codice QR, corrispondente all’indirizzo del portafoglio, il nostro indirizzo scritto in caratteri alfa numerici e un XML memo.

Quando inviamo stellar dobbiamo necessariamente inserire sia l’indirizzo di ricezione, sia il memo. Senza quest’ultimo, l’exchange dovrà processare manualmente la transazione e i fondi arriveranno con molto ritardo (anche giorni).

Se abbiamo ricevuto gli stellar da Blockchain.com o altro servizio, dovremo trasferirli qui su Coinbase. Andiamo dunque dove abbiamo i nostri XML e inviamoli all’indirizzo di Coinbase che abbiamo copiato, ricordandoci di inserire anche il memo.

Dopo qualche istante riceveremo i nostri stellar su Coinbase, e dopo qualche minuto dovremmo essere in grado di venderli.

Ritorniamo sul portafoglio Stellar e clicchiamo su Effettua transazioni.

Qui abbiamo tre opzioni: possiamo acquistare nuovi stellar pagando in euro (anche no), possiamo venderli per euro (sì!), oppure possiamo convertirli in altra criptovaluta (lo sconsiglio caldamente).

Clicchiamo su Vendi e scegliamo l’importo da vendere. Se vogliamo vendere tutto clicchiamo Limite vendita.

L’importo da vendere dev’essere superiore alla commissione di vendita, al momento pari a 8,22 XML, ossia circa 90 centesimi.

Clicchiamo su anteprima di vendita e poi confermiamo la transazione.

Avremo così ottenuto degli euro. Ora dobbiamo però tirarli fuori da Coinbase!

Se andiamo su Impostazioni, abbiamo una sezione chiamata Conti collegati. Qui possiamo inserire un conto bancario, una carta di debito e anche PayPal.

Il conto collegato andrà sicuramente verificato e potrebbero volerci anche giorni, ma noi abbiamo convertito già i nostri stellar in euro, quindi la somma presente nel portafoglio Eur non sarà soggetta a volatilità relativa; possiamo dunque aspettare qualche giorno e poi tornare al trasferimento di euro dall’app di Coinbase al nostro conto.

Una volta verificato il nostro conto bancario (o conto PayPal), dovremo recarci sul portafoglio Eur di Coinbase presente nella sezione Conti dell’app, e qui cliccare su Prelievo. Inseriamo la cifra che vogliamo prelevare e scegliamo il conto di destinazione, nel mio caso PayPal.

Clicchiamo su anteprima e confermiamo la transazione.

Fatto.

I nostri euro sono fuori da Coinbase, pronti per essere spesi, una volta giunti sul nostro conto (siate pronti ad aspettare i tempi biblici delle transazioni bancarie classiche).

Andate a bere qualcosa e offrite voi.

Continua dopo la pubblicità


Vendere stellar e comprare bitcoin

Questa è la parte che mi piace di più.

Come vi ho detto poco sopra, in Coinbase abbiamo tre opzioni: possiamo acquistare nuovi stellar pagando in euro (anche no), possiamo venderli per euro (sì!), oppure possiamo convertirli in altra criptovaluta. Consiglio di convertirli in bitcoin all’interno dell’app di Coinbase solo se il valore dei vostri stellar è minore di €50. In questo caso potete procedere alla conversione internamente a Coinbase per poi spostare i bitcoin all’esterno dell’app.

La ragione per cui sconsiglio di vendere stellar per bitcoin all’interno di Coinbase o comunque di tenere lì i vostri satoshi non è solo ideologica ma pratica: Coinbase è un sistema che offre dei portafogli (wallet) di tipo custodial. Possiamo cioè gestire i trasferimenti di criptovalute ma non le chiavi private dei nostri fondi. Di fatto è come mettere i nostri soldi in una banca e sperare che vengano gestiti al meglio.

Lo scopo di Bitcoin e più in generale del mondo cripto è però quello di raggiungere l’individual sovereignty, ossia la gestione individuale della nostra “ricchezza”, senza dover cedere il controllo a terzi.

Vedremo dunque, in questo articolo, come inviare gli stellar a un wallet non custodial e come effettuare il cambio con bitcoin all’interno dello stesso wallet (qualora abbiate più di 50 euro in XML).

Come app portafoglio sceglieremo Edge Wallet (edge.app) perché è un software non custodial e privacy oriented; permette dunque di esportare ma anche importare le chiavi private, e queste non vengono gestite e neanche viste dall’azienda Edge (zero knowledge system). Con Edge è anche possibile impostare dei nodi Bitcoin personalizzati, che verranno usati dall’applicazione per il download degli Header e la verifica delle transazioni (ideale se siete degli utenti esperti).

Vi mostro in questo video come installare Edge, dopodiché vi invito a continuare la lettura:

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Ora Edge è disponibile in italiano, ne ho curato personalmente la traduzione.

Apriamo Edge e cerchiamo il wallet Stellar nella lista dei wallet. Se non c’è, ne creiamo uno cliccando sull’icona a forma di + in alto a destra, selezionando Stellar – XML, scegliendo la valuta fiat con cui visualizzare i fondi (nel nostro caso Eur – €) e poi cliccando su Prossimo.

Ora abbiamo il nostro nuovo portafoglio Stellar nell’elenco dei nostri portafogli.

Per questa guida avevo già convertito in stellar dei satoshi che ora convertirò nuovamente

Non ci resta che inviare su Edge i nostri XML. Selezioniamo il portafoglio Stellar e clicchiamo su Richiedi. Copiamo l’indirizzo di ricezione.

Avete notato che non c’è nessun XML memo?
Questo perché trattandosi di un wallet non custodial, l’indirizzo è a tutti gli effetti nostro e quindi nessun fornitore di servizi come Coinbase dovrà gestire la transazione e comprendere a chi inviare i fondi basandosi su quel codice univoco chiamato memo.

Inviamo a questo indirizzo i nostri XML e, una volta arrivati, ci prepariamo per cambiarli con Bitcoin.

Se, come me, preferite usare dei cambio valuta (exchange) che non richiedono KYC o qualunque altra verifica d’identità, svolgete questi passaggi:
andate nel menù principale di Edge cliccando sulle tre linee orizzontali in alto a destra, recatevi in Impostazioni e poi in Impostazioni Cambio Valuta. Qui togliete la spunta da Shapeshift e Changelly ma attivatela in Faast e Changenow.

Ora possiamo effettuare il cambio XML – BTC (Bitcoin).

Andiamo nella pagina principale e clicchiamo su Cambio (in basso a destra).

Come portafoglio d’origine selezioneremo Stellar, come portafoglio di ricezione Bitcoin (Segwit). Se quest’ultimo non è presente lo creiamo (guardate il video sopra).

Clicchiamo sul menù presente in alto a sinistra (i tre pallini verticali) e selezioniamo Scambia l’importo massimo, se ci interessa vendere tutto per bitcoin.

Cliccando Prossimo l’app analizzerà i cambio valuta più vantaggiosi per noi: in questo caso, a parità di stellar, cercherà quello che ci offre più satoshi.

Eccoci dunque nella schermata di riepilogo. Nel mio caso, su 570,85 XML con un controvalore di circa 68,44 euro, otterrò 881339 satoshi (o 0,00881339 bitcoin) con un controvalore di 67,66 euro circa. Siccome ritengo equa la commissione, perché penso che i satoshi abbiano un valore decisamente superiore agli stellar, accetto scorrendo la freccia verde in basso.

Fatto.

I nostri preziosi satoshi sono in cammino verso il nostro indirizzo bitcoin e, una volta ricevuta qualche conferma dalla blockchain, saranno visibili nel nostro wallet.

Ricapitolando: se ritenete opportuno uscire dalle cripto e avere degli euro oppure se preferite conservare dei satoshi per il futuro, ora sapete come fare.

Cercate di non cascare in truffe varie con la speranza di diventare ricchi!

PS: i link all’inizio dell’articolo NON sono referral. Ve l’ho detto, Coinbase (e Blockchain.com) proprio non mi piace.

#stacksats

 

________

Questo articolo ti è piaciuto?
Mandami qualche satoshi!



Segwit BTC: 335Prmr6aTtWtWs5KGhtFqARzmdeG7BKx

Non vuoi inviarmi dei BTC? Offrimi un lavoro! Sto cercando un lavoro supplementare, possibilmente in ambito crypto, come articolista o traduttore dall’inglese all’italiano di app o articoli crypto oriented per supportare la mia famiglia. Se hai qualcosa da offrire scrivimi su info@davidcoen.it. Grazie!

Share this post

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *